19 Settembre 2020
News e Aggiornamenti

Cani

13-02-2018 09:16 - Articoli vari
Conoscere il tuo cane

Curiosamente uomo e cane condividono spesso tratti comportamentali simili, anzi questo è proprio uno dei motivi per cui la loro coesistenza ha in genere molto successo. Come noi, anche i cani sono animali sociali che amano l´interazione con i propri simili e mostrano un costante atteggiamento curioso nei confronti del mondo.

Tuttavia questo non significa che i cani siano delle persone in pelliccia, niente affatto. I cani debbono tutto il loro potenziale comportamentale ai propri antenati, i lupi e gli sciacalli. Il modo in cui un cane pensa, mangia, caccia, marca il territorio, si pulisce, si accoppia e riproduce o si prende cura dei propri piccoli è ben radicato nel comportamento dei branchi di lupi.
Grazie al contatto che possiamo instaurare sin dai primi mesi della sua vita, il cane ci considera membri del proprio branco, allacciando con noi un rapporto profondo e duraturo che può durare tutta la vita.

Avere la possibilità di trascorrere parte della propria vita accanto ad un compagno così prezioso e affidabile dovrebbe far nascere la curiosità di conoscere meglio questo animale davvero straordinario.

Durante millenni di storia e di evoluzione in cui il cane è stato un fedele compagno per gli esseri umani, aiutandoli nella caccia, nella difesa e nel lavoro, l´uomo ha imparato molto su questo animale, arrivando a selezionarlo e modificarlo, creando diverse razze.

Oggi, chiunque voglia allevare ed educare un cane ha a disposizione un importante tesoro di conoscenze legato alle diverse tipologie di animale, frutto di secoli di convivenza: potervi attingere renderà il rapporto col tuo cane un´amicizia ancora più meravigliosa e appagante.

Cani, è sempre utile sapere...

Sempre sotto controllo...
l´art. 727 del c.p. punisce con ammende fino a 250 euro chiunque lascia liberi o non custodisce con le debite cautele animali impegnativi da lui posseduti, o ne affida la custodia a persona inesperta e chi aizza o spaventa animali in modo da mettere in pericolo l´incolumità delle persone.

Bisognerebbe...
sperare che non accada mai ma chiunque smarrisce il proprio cane è tenuto a segnalarlo ai vigili e alla asl entro tre giorni. Può essere consigliabile avvisare anche canili e asl limitrofe a quelle di competenza e le associazioni protezionistiche locali.

Ricorda che...
la circolare n. 5 del 2001 istituzionalizza la figura del "cane di quartiere" o "Cane collettivo": Viene adottato da una comunità di persone che si occupa del suo mantenimento, è libero ma non randagio e non può essere accalappiato.

I suoi occhi...
il cane comunica con noi anche con gli occhi: con il contatto visivo vuole socializzare o, se sfugge abitualmente gli sguardi, può mostrare una profonda insicurezza e paura. Se invece evita gli occhi amichevoli del proprietario.... basta scoprire cosa ha combinato!!!

Un luogo comune...
il cane instaura profondi legami anche da adulto, è importante sapere che assolutamente non ci sono "controindicazioni" all´adozione di cani adulti.

Meglio saperlo...
la nuova legge sui maltrattamenti punisce feste e spettacoli che comportano strazio per gli animali.

La gelosia...
i rapporti tra cane e bambino si guastano se il proprietario trascura l´animale, provocando sentimenti negativi nei confronti del piccolo. Se invece l´attenzione aumenta insieme ai piccoli premi, il cane associa la presenza del bimbo a una situazione positiva e i due stanno bene insieme in tutta tranquillità.

Qualcuno non sa che...
la presenza di un cane è uno stimolo educativo importante per il bambino, che viene incoraggiato alla comunicazione e alla responsabilità nei confronti dell´animale.

Le vere bestie...
I proprietari incuranti danneggiano i loro cani. Non raccogliendo le deiezioni,lasciandoli incustoditi... non si rendono conto di alimentare e "giustificare" cattive disposizioni verso gli animali che andrebbero invece indirizzate ai ai padroni vere bestie della situazione.

Importantissimo da sapere...
nella gran parte dei casi, se non sempre, la sterilizzazione evita il presentarsi di tumori alle mammelle e all´apparato riproduttore.

Non è vero che...
sfatiamo un mito duro a morire: alla cagna o gatta non è necessaria una cucciolata prima della sterilizzazione, il suo equilibrio psicologico non verrà compromesso, anzi, le si evita lo schema mentale ricordo-stimolo-frustrazione.

Sarebbe bene...
la sterilizzazione evita il rischio di cucciolate indesiderate e conseguente randagismo. Questo vale anche per i proprietari di maschi, che spesso vengono lasciati liberi di accoppiarsi, totalmente incuranti delle conseguenze.

La vita moderna...
specie quella urbana, ci porta a varie forme di stress, conflitto, disagio tensione, fretta, malessere di fronte al costante confronto con il giudizio altrui. Forse tornare a casa e trovare un amico che ci ama e ci aspetta vale molto più di una terapia.

E´ utile sapere che...
spesso le diversità nel comunicare portano equivoci tra l´uomo e il cane. L´abbraccio, per esempio, è vissuto dal cane come prova di forza, e non è il modo migliore per dimostrargli affetto.

Tutti al mare?
Dal 2002 l´accesso di cani e gatti alle spiagge insieme ai loro proprietari è di competenza del comune e non più delle capitanerie di porto. Ognuno ha le proprie regole che purtroppo salvo rare eccezioni non consentono l´accesso degli animali nelle spiagge.

Crudeltà no grazie...
la dichiarazione dei diritti degli animali ribadisce il principio che la crudeltà verso gli animali è indice di uguale atteggiamento nei confronti degli esseri umani. Anche il grande Kant, padre della filosofia moderna, era di questo avviso.

Ricorda che...

secondo la legge 281/91, è vietato a chiunque maltrattare i gatti che vivono in libertà, o spostarli dal loro luogo abituale.

L´anagrafe canina...
prevista dalla legge 281/91, non è ancora una "realtà" per tutte le regioni italiane. E´ gestita dalla asl e l´iscrizione è obbligatoria dal 1° gennaio 2005.

Preziosi compagni...
le attività assistite da animali sono pratiche finalizzate al sostegno, alla socializzazione e all´aiuto psicologico per chi affronta un periodo difficile della propria vita, o a problemi legati alle diversità, all´emarginazione, alla solitudine.

Meglio saperlo...
il passaporto europeo è obbligatorio per cani, gatti e anche furetti, considerati ormai animali domestici a tutti gli effetti.

Prendi nota...
il passaporto europeo è rilasciato dai veterinari asl: la vaccinazione antirabbica e l´impianto del microchip possono essere effettuati dal veterinario professionista autorizzato dal servizio veterinario regionale.

Attenzione!!!
se si assiste a scene di maltrattamento su animali si può procedere presentando un esposto o sporgendo denuncia: ad attivarsi deve essere però chi assiste direttamente all´episodio.

Secondo una ricerca...
americana i bambini a contatto con animali domestici nel primo anno di vita hanno meno rischi di allergie: nella bocca di cani e gatti ci sono endotossine che migliorerebbero le difese immunitarie. Questo potrebbe portare i pediatri a rivedere le idee sui rapporti tra allergie e pet.

Navigare informati...
Per saperne di più sull´obbligo di dotarsi del passaporto per i pet, può essere utile consultare il sito www. poliziadistato.it/pds/cittadino/passaporto/passaporto_animali

N.B...
secondo la legge 281/91 i cani vaganti ritrovati, catturati, o ricoverati non possono essere soppressi né destinati alla sperimentazione. La soppressione può essere praticata solo da veterinari, per animali gravemente malati, incurabili o di accertata pericolosità.

E´ utile sapere che...
la nuova gestione sui maltrattamenti, dei delitti contro il sentimento per gli animali, punisce organizzazioni e promozioni di feste e spettacoli che comportano strazio o sevizie per gli animali, ma non la semplice partecipazione. Chi partecipa è colpevole allo stesso modo!!!

Importante!!!
l´unico modo per con trarre la toxoplasmosi è venire a contatto diretto, sulle mani o in bocca, con le feci di un gatto che sia già infetto dal parassita...
basta un po´ di attenzione e sopratutto una giusta profilassi veterinaria.

Amico? Di più!
La pet therapy nasce nel 1961 quando Levinson dimostra gli effetti terapeutici della compagnia degli animali. Da allora ne ha fatta di strada: oggi è molto utilizzata in tanti paesi del mondo.

L´addestramento

Quando iniziamo un periodo di allenamento con il cane è bene usare dei piccoli accorgimenti, per fare in modo che la vostra attività produca dei risultati e non stressi troppo l´animale. Questi sono dei consigli che si dimostrano utili sulla maggior parte dei cani, ma molto spesso il carattere del cane incide sul tipo di reazione all´allenamento.

Come fare esercizi con il cane
Ecco le parti fondamentali di un esercizio fatto come si deve:
Richiamo: quando chiamiamo il cane per nome e vogliamo la sua attenzione;
Richiesta: quando diamo al cane un comando vocale, oppure gli presentiamo uno stimolo al quale deve reagire;
Risposta: è il momento in cui il cane presta attenzione oppure compie un comando dato;
Gratificazione: il premio che può essere verbale o alimentare che deve dare al cane un buon motivo per farlo ancora;
Libertà: ritorno del cane a quello che stava facendo.

La ripetizione dell´esercizio è fondamentale per educare il cane a farlo senza errori; tuttavia il cane non deve avere mai la sensazione di essere obbligato a farlo; per questo la conclusione deve essere sempre molto piacevole. Le ripetizioni, inoltre, non devono essere mai ossessive e il lasso di tempo deve essere sufficiente per dare al cane la possibilità di occuparsi di qualcos´altro.

Quando siamo certi che il nostro cane esegua l´esercizio in maniera precisa, allora si può ridurre il tempo tra un comando e l´altro, eliminando anche la conclusione piacevole (lasciando quindi: richiamo; richiesta; risposta; gratificazione). Questo non deve avvenire sempre, è bene qualche volta fargli concludere l´esercizio appagandolo.

Esercizi con cani difficili
Molti cani non si fanno sottomettere facilmente, per ottenere la loro dipendenza è necessario fare leva su quelle che sono le loro debolezze, puntare ad interessarlo.
Esempi: Durante gli esercizi non avvicinarti al cane, se non hai avuto un buon riscontro, lascia perdere e riprova domani. Se hai avuto un esito positivo, non ripeterlo per almeno due giorni. Non fargli fare gli esercizi quando c´è altra gente, meno è distratto, meglio è.
Richiamalo: fatti vedere bene dal cane, ma non guardarlo tu negli occhi, fingi di avere qualcosa di molto prezioso tra le mani, un boccone che lui predilige. Difendilo, quando lui si avvicinerà, una volta che tenterà di aprirti la mano fai una resistenza minima e poi svela il bocconcino. Lascia che lo prenda, come se vincesse lui. Per lui sarà una conquista sociale e permetterà una gratifica. Ovviamente non devi farlo vincere sempre.
Richiamalo: mettiti in modo che ti possa vedere. Poi girati di spalle e avviati dalla parte opposta alla sua, non voltarti mai. Lui ti seguirà e ti supererà, per lui arrivare prima del compagno è importante, una volta che ti avrà raggiunto e superato, fermati, premialo e prosegui verso la direzione che il cane sceglierà.
Richiamalo: mettiti in modo che ti possa guardare. Girati ed inizia a camminare dalla parte opposta a lui. Non voltarti e non curarti se il cane ti segue o meno. Se non ti segue, trova un posto dove nasconderti, sparendo così dal suo campo visivo. Il cane diventerà curioso ed inizierà a cercarti per vedere cosa fai. Quando ti trova premialo con lunghi gesti affettuosi, accoglilo con gioia, poi riprendi a camminare velocemente verso la zona da cui il cane era partito.

Per il cane l´esercizio deve essere sempre un´esperienza giocosa, trattare il cane come una macchina che deve eseguire i vostri comandi non vi farà ottenere nessun risultato.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account